Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech

San Giuseppe per tutti custode fedele

Voglio ringraziare san Giuseppe per aver, con il suo potente patrocinio, migliorato ogni settore della mia vita.

Nella situazione famigliare e di vita in cui mi trovo, da quando è subentrato “l’influsso positivo” del celeste patriarca, sembra che le forze del male siano “sottomesse”.

Infinitamente grato di ciò mi impegno a diffondere la devozione verso san Giuseppe.

Lettera firmata

 

Cara e gentile signora,

sono davvero contento di dividere con lei i nobili sentimenti di gratitudine a san Giuseppe che l’accompagna con tanto amore nella sua via e diventa energia, coraggio e ottimismo nell’affrontare e superare le difficoltà che la vita ci riserva. Gli occhi illuminati dalla fede ci fanno vedere i santi che dal cielo si fanno «buoni samaritani» per risollevarci nei momenti di disagio.

La garanzia dell’intercessione di san Giuseppe è narrata nei primi capitoli dei Vangeli di Luca e Matteo, in cui troviamo l’attenzione amorevole di Giuseppe accanto a Gesù nel provvedere con grande sollecitudine alla crescita umana. 

Quando il freddo della vita ci avvolge, il manto di san Giuseppe ci ripara delle intemperie e ci offre integratori di energia divina e la sua presenza riempie l’animo di speranza.

 


 

La preghiera di suffragio riallaccia i sentimenti

Gentilissimo Direttore,

Non so esprimere tutta la mia gratitudine ed emozione che hanno suscitato le sue parole e il suo ricordo in occasione dell’anniversario di mio marito Francesco.

Non mi sarei mai aspettata di ricevere una sua lettera in un momento per me tanto doloroso e carico di bellissimi ricordi. Mi sento veramente commossa e onorata, grazie. La sua lettera da quando mi è arrivata, la rileggo e medito ogni sua parola. Ho imparato a memoria le parole di sant’Agostino che mi danno tanto coraggio e serenità. Le posso dire questo: non passa mai giorno in cui non ringrazio Dio di avermi messo accanto per 58 anni mio marito Francesco. Ci ha sempre uniti un affetto profondo, immenso pulito, abbiamo formato una bella famiglia con due figli, Dio l’ha chiamato, appena compito 80 anni.

Ora vivo di ricordi ringrazio sempre dio per aver esaudito tutti i desideri che custodivo nel mio cuore e san Giuseppe mi ha accompagnato sempre con il suo aiuto e la sua protezione, fin da quando ero una bambina.

Le chiedo scusa direttore, se mi sono dilungata, ma il mio cuore trabocca di gratitudine verso di lei, che sento ormai come un caro amico, apprezzandola e ammirandola per ciò che scrive nella rivista che io aspetto sempre con tanta ansia per poter leggere ogni articolo e rileggere in attesa che arrivi il prossimo numero.

La saluto con tutto il mio rispetto.

Raffaella  (Roma)

 

Cara e gentile signora Raffaella,

ho desiderato pubblicare la sua lettera per comunicare la nobiltà dei suoi sentimenti nei confronti di suo marito Francesco. Nell’animo di due sposi che per tanti anni hanno seminato amore, comprensione la nostalgia è immensa, percorre, infatti, ogni frammento di vita ricamati con i colori gioiosi della condivisione. 

Gesù parlando degli sposi ha affermato che essi riempiono il loro futuro in un’unica realtà, impreziosita da nobili sentimenti con la garanzia di eternità. 

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech