Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech

Che estate è senza grigliate? È arrivata la stagione adatta per i barbecue ma – mettono sull’avviso gli esperti dell’Istituto americano per la ricerca sul cancro – con qualche accorgimento per evitare rischi alla salute. È provato che grigliare la carne ad alte temperature produce sostanze fortemente cancerogene (le amine eterocicliche) sia sulla carne stessa, principalmente nelle zone bruciate, sia a causa delle goccioline di grasso che cadono sul fuoco trasformandosi in idrocarburi. Dieci i consigli dei ricercatori americani, tra cui ridurre il tempo di cottura tagliando la carne a piccoli pezzi e girandola spesso. Prima di procedere alla grigliata, la carne va marinata – i condimenti la proteggeranno dal fuoco – possibilmente abbondando con erbe e spezie che contengono antiossidanti e diminuiscono la formazione di sostanze cancerogene. Un buon trucco per gli spiedini è alternare la carne alle verdure per diminuire l’area esposta alla fiamma.

Anche il carbone va scelto di legno duro, che brucia a temperature più basse.

Infine, è fondamentale la pulizia della griglia: i residui di grasso hanno la più alta concentrazione di cancerogeni.

@Avvenire

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech